Bicord_E

Bicord_E

Livio Bartolo – chitarra
Vito Maria Laforgia – viola da gamba

Un incontro, un nuovo progetto musicale, un vibrare di corde

Un nuovo progetto, frutto di un incontro provocato da un ascolto durante il c.d. “look down”.
Una dichiarazione di intenti che deriva da comuni esperienze di vita e musicali (nonostante il divario generazionale) e dal condiviso amore per l’improvvisazione, per le trasfigurazioni e per la melodia.
Il repertorio approccia la musica antica, la canzone tradizionale, la tradizione jazzistica e spunti originali, all’interno di un percorso di ricerca del suono come matrice di possibili metamorfosi
musicali.

BIOGRAFIA

Livio Bartolo
Chitarrista e compositore impegnato su più fronti della scena musicale jazzistica e non, con particolare attenzione alla musica contemporanea. Diplomato col massimo dei voti in Chitarra Jazz presso il Conservatorio N. Rota di Monopoli.
Il suo stile chitarristico e compositivo affonda le sue radici nella tradizione jazzistica, spingendosi fino all’improvvisazione radicale, la dodecafonia e il serialismo.
Negli anni ha avuto la possibilità di formarsi con Domenico Caliri, Gianni Lenoci, Francesco Angiuli, Giovanni Tommaso, Walter Donatiello, Marc Ducret, Vinny Golia, Steve Potts e tanti altri.
Ha preso parte al “feral choir” di Phil Minton, cantante d’avant garde britannico. Si è esibito al Blue Note di Milano. Ha collaborato alle musiche di un film pluripremiato al Terra di Siena Film Festival,
“La strada verso casa” di Samuele Rossi, musiche di Giuseppe Cassaro.
Si è esibito alla Casa del Jazz di Roma con l’Hocus Pocus Explab di Gianni Lenoci, assieme a Eugenio Colombo, Tiziana Felle e Angela Tursi.
E’ leader di due formazioni, il Livio Bartolo Soundscapes Trio con Andrea Esperti e Marco Calabretti e la Variable Unit, formazione di organico variabile che vanta due uscite discografiche.
Ha al suo attivo 6 dischi a suo nome.

Vito Maria Laforgia
Attivo sulla scena musicale italiana da molti anni, ha studiato, come contrabbassista, tecnica strumentale ed improvvisazione con: Ray Brown, Peter Kowald, Bruno Tommaso, Furio Di Castri, Paolino Dalla Porta e ai seminari di Siena Jazz e We Love Jazz di Genova.
Da qualche tempo si dedica alla viola da gamba, che utilizza in vari progetti musicali e di interazione con altre discipline artistiche, anche con l’uso dell’elettronica.
Ha suonato e collaborato con molti musicisti ed artisti di diversa estrazione, tra i quali: Peter Kowald, K.Ohta, Y. Tachibana, Antonello Salis, Gianni Lenoci, Gianluigi Trovesi, Guido Mazzon, Carlo Actis Dato, Eugenio Colombo, Roberto Ottaviano, Sandro Satta, Michele Rabbia, Mike Cooper.
Ha collaborato e collabora con artisti di altra estrazione come: il danzatore indonesiano N. B. Kentus, il Poeta Guido Celli, il performer Caterpillar ecc.
Ha partecipato a numerosi festival e rassegne di jazz e di musica improvvisata e di musica etnica.
Ha curato le musiche per alcuni spettacoli teatrali e performance artistiche ed è stato ideatore di numerosi progetti musicali e multimediali. Particolarmente interessato alla ricerca delle potenzialità timbriche degli strumenti oltre che all’utilizzo dell’elettronica e di alcuni strumenti etnici, ha inciso una quindicina di cd con diverse formazioni.
E’ stato fondatore dell’etichetta discografica indipendente “Afk Records”.
A luglio 2017 è stato pubblicato il suo ultimo lavoro discografico “2X”, in duo con Giuseppe Mariani, per viola da gamba ed elettronica, pubblicato dall’etichetta Setoladimaiale-musiche non
convenzionali.